Il Consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno che sostiene il progetto di legge Zan contro omofobia e misoginia

Stampa 

Con 32 voti favorevoli e 4 astensioni, il Consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno che sostiene il progetto di legge firmato da Alessandro Zan con altri e altre parlamentari contro la misoginia e l'omofobia. Una legge che punisce violenze e istigazione all'odio contro le donne e le persone LGBT in quanto tali, introducendo misure concrete di sostegno alle vittime ed azioni positive per sensibilizzare tutti e tutte al rispetto delle persone e delle loro scelte di vita. Fonte CittAgorà