Benvenuti sul Portale Irma Archivio notizie

Notizie

Un indirizzo fittizio per difendere le donne vittime di violenza

PDF  Stampa  E-mail 

Le donne vittima di violenza potranno avere un indirizzo "simbolico", che consenta loro di non essere più perseguitate dagli uomini. L'assessorato alle Pari Opportunità della Città di Torino diventa la residenza fittizia per le donne vittime di violenza che hanno bisogno di mantenere segreti i propri dati. È quanto prevede una delibera approvata dalla Giunta comunale per venire incontro alle esigenze di tante donne che hanno bisogno di una residenza anagrafica ma per motivi di sicurezza non vogliono rivelarla. Si chiamerà "Casa Marti", in memoria dell'attivista Marti Gianello Guida recentemente scomparsa, e avrà sede in via Corte d'Appello 16.          Info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Conferenza stampa: Torino, Città dei Diritti

PDF  Stampa  E-mail 

Lunedì, 9 dicembre alle ore 10.30, presso la Sala delle Colonne di Palazzo Civico, Città di Torino, Amnesty International Italia, Cifa Onlus, HREYN e Cooperativa DOC terranno una conferenza stampa congiunta per lanciare la nuova progettualità di gestione di Open011, il protocollo JHREP (Joint Human Rights Education Program), e il progetto Torino Shelter City. Alla conferenza stampa interverranno l’Assessore ai Diritti del Comune di Torino Marco Giusta, rappresentanti di Amnesty International Italia, CIFA Onlus, HREYN e della Cooperativa DOC. L'ingresso è libero, è gradita conferma delle presenze per avvisare il corpo di guardia di Palazzo Civico.

 

Contro la violenza sulle donne: #bastaviolenza #rispettonellosport #rispettonellavita

PDF  Stampa  E-mail 

In occasione del 25 novembre, Giornata Internazionale per l'Eliminazione della Violenza sulle Donne, il “Tavolo della Città Metropolitana di Torino per progetti finalizzati al cambiamento degli autori di violenza”, ha messo a punto una campagna di  comunicazione/sensibilizzazione nei confronti del disagio maschile, realizzando un video che utilizza un linguaggio di facile comprensione per tutti, quale può essere lo sport. Nel video viene simulata una partita di calcio fra una giocatrice (Simona Sodini calciatrice del Torino Women) e un giocatore (Mauro Melluso del Gruppo Abele), in un campo di calcio per veicolare il messaggio: #bastaviolenza #rispettonellosport #rispettonellavita.

 

Io (e) papà

PDF  Stampa  E-mail 

Incontri per papà e bebè (0-18 mesi) a partire da sabato 16 novembre dalle ore 10.00 alle ore 12.00. Ciclo di incontri settimanali gratuiti rivolti ai papà e i loro bebè, per condividere le gioie e le fatiche dell’essere padre, per divertirsi col/la proprio/a cucciolo/a, per offrire uno spazio di ascolto rivolto esclusivamente ai papà. Insieme affronteremo argomenti come: congedi di paternità e parentali; i vissuti e i bisogni degli uomini che diventano padri; cure genitoriali condivise: sfide e opportunità; padri e allattamento; diventare genitori senza dimenticarsi della coppia. Per saperne di più>>

 

 

Io (e) mamma

PDF  Stampa  E-mail 

Uno spazio per mamme e bebè (0-8 mesi) a partire da mercoledì 20 novembre dalle ore 10.00 alle ore 12.00. Ciclo di incontri settimanali in piccolo gruppo per creare un cerchio che possa essere di ascolto, sostegno, condivisione e altro, rivolto alle mamme e ai loro piccoli. Insieme affronteremo argomenti come: bisogni del neonato e bisogni della madre; allattamento e nutrimento; essere mamma senza scordarsi di essere donna; maternità e lavoro; cure genitoriali condivise. Per saperne di più>>

 

Mercoledì Bianchi - Dialoghi sulla Libertà di Scelta

PDF  Stampa  E-mail 

Il progetto "Mercoledì Bianchi" a cura di Quasi Quadro parte dall’opera dell’artista Bahar H., vuole essere un momento di riflessione sull’emancipazione e sulla libertà del corpo femminile. In particolare, il progetto ha origine dalla condizione delle donne iraniane e sulla loro protesta contro l’attuale regime di Hassan Rouhani. Da tempo, infatti, il Governo di Teheran ha adottato provvedimenti repressivi nei confronti delle donne, accusate di assumere comportamenti e costumi ritenuti eccessivamente occidentali, e in contrasto con la tradizione islamica. La rassegna è iniziata mercoledì 16 ottobre presso la sala Lauree Rossa del Campus Luigi Einaudi dell’Università degli Studi di Torino - Lungo Dora Siena n°100 A, 10153 - Torino. Comunicato stampa - Workshop

 

Al via la nuova campagna in Città: La discriminazione non esiste

PDF  Stampa  E-mail 

È stata lanciata a Torino la campagna: "La discriminazione non esiste" dal progetto Recognize & Change. Un progetto che intende riflettere sulle varie forme di discriminazione e sugli stereotipi e i luoghi comuni che possono danneggiare gli altri. La campagna prevede affissioni in città, sui bus, tram e la programmazione di uno spot all’interno del circuito delle fermate della Metropolitana in collaborazione con Gtt. Per gli studenti che partecipano alle attività del progetto c’è inoltre la possibilità di utilizzare il gioco online Choose & Change per creare e condividere video di sensibilizzazione che saranno diffusi attraverso le piattaforme social del progetto. Manifesti: 1 - 2 - 3

 

OVER THE BORDERS. TORINO PRIDE - 15 GIUGNO 2019

PDF  Stampa  E-mail 

Anche quest’anno il Torino Pride aderisce alla piattaforma Piemonte Pride che questa volta uniscei 5 Pride della regione e porterà in strada sempre più persone e le loro rivendicazioni in tutto il territorio per il 50° anniversario dai Moti di Stonewall dove tutto ebbe inizio! I Pride saranno quello di Alessandria Pride, Asti Pride, Novara Pride, Torino Pride e Vercelli Pride. I Pride del Piemonte e le iniziative correlate si svolgono con il sostegno e il patrocinio di Regione Piemonte, Consiglio regionale del Piemonte, Città Metropolitana di Torino, Città di Torino, Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino. Scopri di più sul Torino Pride.

 
Pagina 1 di 18