Benvenuti sul Portale Irma

Notizie in evidenza

Pagina FB del CCVD

PDF  Stampa  E-mail 

 

Punto e a capo

PDF  Stampa  E-mail 

Il Telefono Rosa Piemonte di Torino organizza gruppi gratuiti dedicati a donne vittime di maltrattamenti, abusi, violenza. I gruppi “Punto e a capo” sono condotti da una psicologa dell’Associazione, esperta in supervisione di gruppi e con una prolungata esperienza con donne vittime di violenza maschile. Tutto il percorso è incentrato sulla relazione e sulla comunicazione interna al gruppo: elementi che permettono di esprimere e di ascoltare parole, pensieri, strategie, confrontando le proprie esperienze con quelle delle altre donne partecipanti e condividendo i vissuti. Per saperne di più>>

 

Io Parlo e Non Discrimino

PDF  Stampa  E-mail 

Quando parliamo e scriviamo, l'uso che facciamo del linguaggio riflette e influenza il nostro modo di pensare e di agire; è il principale mezzo di espressione del pregiudizio e della discriminazione. Nel nostro Paese il linguaggio è utilizzato ancora in modo “discriminatorio”, continuando a veicolare pregiudizi e stereotipi che trasmettono contenuti culturali e rappresentazioni delle donne legate ai ruoli tradizionali e rendendo perciò difficoltoso il percorso di rimozione degli stereotipi di genere. Per saperne di più sulla Carta di Intenti Io Parlo e Non Discrimino

 

Un indirizzo fittizio per difendere le donne vittime di violenza

PDF  Stampa  E-mail 

Le donne vittima di violenza potranno avere un indirizzo "simbolico", che consenta loro di non essere più perseguitate dagli uomini. L'assessorato alle Pari Opportunità della Città di Torino diventa la residenza fittizia per le donne vittime di violenza che hanno bisogno di mantenere segreti i propri dati. È quanto prevede una delibera approvata dalla Giunta comunale per venire incontro alle esigenze di tante donne che hanno bisogno di una residenza anagrafica ma per motivi di sicurezza non vogliono rivelarla. Si chiamerà "Casa Marti", in memoria dell'attivista Marti Gianello Guida recentemente scomparsa, e avrà sede in via Corte d'Appello 16.          Info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Io (e) mamma

PDF  Stampa  E-mail 

Uno spazio per mamme e bebè (0-8 mesi). Ciclo di incontri settimanali in piccolo gruppo per creare un cerchio che possa essere di ascolto, sostegno, condivisione e altro, rivolto alle mamme e ai loro piccoli. Insieme affronteremo argomenti come: bisogni del neonato e bisogni della madre; allattamento e nutrimento; essere mamma senza scordarsi di essere donna; maternità e lavoro; cure genitoriali condivise. Per saperne di più>>

 

Io (e) papà

PDF  Stampa  E-mail 

Incontri per papà e bebè (0-18 mesi). Ciclo di incontri settimanali gratuiti rivolti ai papà e i loro bebè, per condividere le gioie e le fatiche dell’essere padre, per divertirsi col/la proprio/a cucciolo/a, per offrire uno spazio di ascolto rivolto esclusivamente ai papà. Insieme affronteremo argomenti come: congedi di paternità e parentali; i vissuti e i bisogni degli uomini che diventano padri; cure genitoriali condivise: sfide e opportunità; padri e allattamento; diventare genitori senza dimenticarsi della coppia. Per saperne di più>>

 

 

Giornata mondiale contro l’Aids, campagna della Città contro lo stigma

PDF  Stampa  E-mail 

La Città di Torino ha lanciato la prima campagna istituzionale di contrasto allo stigma per le persone sieropositive e invita a sottoporsi al test per conoscere il proprio stato sierologico. Nel 2017, secondo i dati diffusi dal SeReMi, i e le piemontesi che hanno scoperto di aver acquisito l’infezione da hiv sono 255 (6 ogni 100.000 abitanti). La classe di età con il tasso di incidenza più elevato (15,6) risulta quella tra i 25 e i 34 anni di età. I e le giovani di meno di 25 anni con nuova diagnosi di hiv nel 2017 sono 34. Per fare un test HIV bastano 20 minuti, il test è gratuito, anonimo e l'accesso è diretto. Per saperne di più su dove fare il test clicca qui.

 

La discriminazione non esiste

PDF  Stampa  E-mail 

È stata lanciata a Torino la campagna: "La discriminazione non esiste" dal progetto Recognize & Change. Un progetto che intende riflettere sulle varie forme di discriminazione e sugli stereotipi e i luoghi comuni che possono danneggiare gli altri. La campagna prevede affissioni in città, sui bus, tram e la programmazione di uno spot all’interno del circuito delle fermate della Metropolitana in collaborazione con Gtt. Per gli studenti che partecipano alle attività del progetto c’è inoltre la possibilità di utilizzare il gioco online Choose & Change per creare e condividere video di sensibilizzazione che saranno diffusi attraverso le piattaforme social del progetto. Manifesti: 1 - 2 - 3

 
Pagina 1 di 10