Benvenuti sul Portale Irma Presentazione del Comitato Unico di Garanzia (C.U.G.)

Presentazione del Comitato Unico di Garanzia (C.U.G.)

PDF  Stampa  E-mail 

Che cos’è il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (C.U.G.)

 

Il Comitato Unico di Garanzia, istituito ai sensi dell’art. 21 della L. 183/2010, opera all’interno del Comune di Torino con l’obiettivo di creare condizioni organizzative orientate al benessere delle/dei dipendenti, con attenzione alle situazioni di disparità e disagio.

Si tratta di un nuovo Organismo, la cui costituzione rappresenta un adempimento obbligatorio per le Pubbliche Amministrazioni, che recepisce i principi più volte enunciati dalla legislazione comunitaria circa l’ampliamento delle garanzie da rivolgere oltre che alle discriminazioni legate al genere, anche ad ogni altra forma di discriminazione, diretta od indiretta, che possa discendere dai diversi fattori di rischio legate alle condizioni di lavoro.

I Comitati Unici di Garanzia sostituiscono sia quelli delle Pari Opportunità che quelli sul fenomeno del mobbing assumendone le funzioni con l’aggiunta di nuove.

Con l’ampliamento delle competenze previste dalla normativa, i C.U.G. consentono di presidiare ogni forma di discriminazione (genere, età, orientamento sessuale, razza e origine etnica, disabilità, religione e convinzioni personali), estendendo la tutela all’accesso, al trattamento e alle condizioni di lavoro, alla formazione professionale, alle promozioni e alla sicurezza.

L’Amministrazione comunale ha anticipato  questa fusione nel giugno 2010 creando il Comitato per le pari opportunità e la tutela dal mobbing (Co.Po.Mo.) normato da apposito regolamento (n. 336 approvato con deliberazione del Consiglio comunale in data 21 giugno 2010, esecutiva dal 6 luglio 2010).

Il  Comitato Unico di Garanzia è un organo paritetico composto da rappresentanti dell’Amministrazione appartenenti alle Divisioni e Servizi particolarmente significativi per numero di dipendenti e funzioni e da rappresentanti delle OO.SS.: due componenti designati da ogni Organizzazione Sindacale maggiormente rappresentativa, in base alla normativa vigente. I rappresentanti delle OO.SS. e i rappresentanti dell'Amministrazione sono nominati in pari numero.

La composizione, le competenze e gli ambiti di intervento del Comitato Unico di Garanzia della Città di Torino sono disciplinati dal “Regolamento di disciplina dell’attività del Comitato Unico di Garanzia”, approvato con delibera del Consiglio Comunale in data 14/05/2012, esecutiva dal 28/05/2012.

L'attuale composizione del Comitato Unico di Garanzia è stata definita con determinazione dirigenziale del 02/12/2016.

Le funzioni del Comitato si esauriscono nell’ambito interno al Comune; infatti beneficiari della sua attività sono le/ i dipendenti  dell’Amministrazione comunale.

Il Comitato progetta la sua attività per promuovere una cultura del rispetto della dignità delle lavoratrici e dei lavoratori e per tutelare le persone da eventuali discriminazioni o azioni/eventi che possono creare disagio e malessere in ambito lavorativo.

Strumento fondamentale e di alto valore per il raggiungimento dei fini enunciati è il Codice di comportamento per la tutela della dignità delle lavoratrici e dei lavoratori del Comune di Torino, redatto dal Comitato Pari Opportunità e recepito formalmente dall’Ente con apposito provvedimento (delibera della Giunta comunale del 19 maggio 1998, modificata con delibera del 7 marzo 2000 e con delibera del 21 giugno 2010).

La figura che garantisce l’applicazione del dettato regolamentare del Codice di comportamento è la Consulente di Fiducia. La sua istituzione è stata definita con la Raccomandazione della Commissione europea 92/131/CE e con la  Risoluzione del Parlamento europeo del 1994.

Si tratta di una figura che, anche a seguito del recepimento delle diverse direttive comunitarie in materia antidiscriminatoria, è divenuta sempre più centrale, al fine di concorrere all’attuazione del Codice di Comportamento di cui le Amministrazioni si debbono dotare, per prevenire e contrastare le discriminazioni in genere, le molestie sessuali, morali e psicologiche nei luoghi di lavoro, quest’ultime comunemente note con il termine “mobbing”.

Possono rivolgersi alla Consulente di Fiducia, previo appuntamento, tutti/e i/le dipendenti del Comune di Torino. Per prenotare un colloquio è necessario telefonare presso la segreteria del Comitato Unico di Garanzia al numero telefonico: 011 01132509.

La Consulente di Fiducia del Comune di Torino è una figura esterna all’Ente, selezionata tramite un bando pubblico tra le/i professioniste/i dotate di specifica competenza ed esperienza in materia di legislazione antidiscriminatoria nei luoghi di lavoro, molestie e mobbing, oltre che di abilità di comunicazione, relazionali e specifiche capacità di mediazione dei conflitti.

La Consulente di Fiducia provvede ad un ascolto della persona che le si rivolge e, ove ne sussistano gli estremi e su richiesta della persona interessata, assume in trattazione il caso e la informa sulla modalità più idonea per affrontarlo, non esclusa quella penale se il comportamento denunciato si configura come reato, nel rispetto dei diritti sia della parte del denunciante che di quella dell’accusato/a.

 

 

Presidente del Comitato è la dr.ssa Gabriella Bianciardi

Vice Presidente Maria Giangualano

 

 

Segreteria: via Corte d’Appello, 16 – Torino
Tel. 011.01132509
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.