Benvenuti sul Portale Irma Archivio notizie

Notizie

Il cambiamento che vogliamo

PDF  Stampa 

Conferenza stampa: "Il cambiamento che vogliamo". Giovedì 9 luglio dalle ore 10.30 alle 12.00 in diretta streaming dalla sede dell’agenzia stampa Dire – Roma, Corso Italia 38°. Canale Youtube D.i.Re. Consulta il programma>>

 

Lasciala Porta Apera

PDF  Stampa 
E' on line il video "Lascia la porta aperta", spettacolo di teatro canzone dedicato alla morte di undici donne nell'incendio che il 3 giugno 1989 ha distrutto il braccio femminile del carcere delle Vallette, a Torino. Promosso da Sapereplurale con l'associazione Aurea e messo in scena dal Coro degli Abbaini, lo spettacolo vuole ricordare quelle donne e rinnovare l'impegno per i diritti e la vita di chi è reclusa/o. La storia di quella tragica notte in un racconto di Susanna Ronconi.  Altri materiali
 

ONLINE il Portale Infotrans

PDF  Stampa 

Può essere difficile capire chi si è. Non dovrebbe essere difficile diventarlo. Se sei una persona transgender è online un portale dedicato a te. L’Istituto Superiore di Sanità (ISSalute) e l' Ufficio Antidiscriminazioni Razziali-Presidenza del Consiglio dei Ministri (UNAR) lanciano Infotrans: il primo portale istituzionale in Europa con tutte le informazioni sulla salute e la tutela dei diritti delle persone transgender. Vai al Portale

 

Donne per il nuovo Rinascimento

PDF  Stampa 

Per il rilancio sociale, culturale ed economico dell’Italia dopo l’emergenza epidemiologica è disponibile il documento di analisi e di proposta prodotto dal gruppo di lavoro “Donne per un nuovo Rinascimento” istituito presso il Dipartimento per le Pari Opportunità.  Si tratta di un documento che presenta una prima proposta di azioni e raccomandazioni che si integrerà nel suo sviluppo con tutta la progettualità che è stata messa in atto dal Dipartimento per le Pari Opportunità. Si trovano proposte per aumentare la percentuale di donne in tutti gli ambiti lavorativi, per superare le barriere all'avanzamento nei percorsi di carriera, in particolare nei campi in più rapida crescita, per contrastare gli stereotipi sul genere che impediscono alle donne di raggiungere responsabilità di leadership, per attivare energie nuove e opportunità per tutti.

 

4 Giugno. Come prevenire la discriminazione di genere sui luoghi di lavoro dal punto di vista giuridico

PDF  Stampa 

Il quinto incontro del percorso “Panchine rosse: contro la violenza sempre” racconterà come si può prevenire la discriminazione nei luoghi di lavoro, presentando i servizi utili a tale scopo. In particolare, verrà posta l’attenzione sul ruolo dei Comitati Unici di Garanzia e dei sindacati. La partecipazione è gratuita previa iscrizione. Per iscriversi agli eventi occorre essere registrati al sito, compilando il modulo sulla pagina www.to.camcom.it/user/register

 

ONLINE il nuovo sito della RE.A.DY

PDF  Stampa 

La RE.A.DY è la Rete italiana delle Regioni, Province Autonome ed Enti Locali impegnati per prevenire, contrastare e superare le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere, anche in chiave intersezionale con gli altri fattori di discriminazione – sesso, disabilità, origine etnica, orientamento religioso, età – riconosciuti dalla Costituzione, dal diritto comunitario e internazionale. Visita il nuovo sito

 

Domande relative all’Avviso per finanziamento a sostegno delle Case Rifugio e CAV

PDF  Stampa 

Sono on line le FAQ relative all’Avviso per il finanziamento di interventi urgenti per il sostegno alle misure adottate dalle Case Rifugio e dai Centri Antiviolenza in relazione all’emergenza sanitaria da COVID 19.

 

Sudan, le mutilazioni genitali femminili diventano reato

PDF  Stampa 

In Sudan praticare mutilazioni genitali femminili (Mgf) diventerà reato: ad annunciarlo è stato il governo di transizione entrato in carica lo scorso anno, specificando che le nuove norme saranno in linea con una dichiarazione costituzionale sui diritti e le libertà. Le mutilazioni sono una pratica fondata su credenze tradizionali, che sarebbero tese a garantire onore familiare e opportunità di matrimonio. Le mutilazioni erano già illegali in alcune province sudanesi, ma i divieti sono stati quasi sempre ignorati. Durante la lunga presidenza di Omar al-Bashir si è tentato più volte di intervenire vietando questa pratica, ma il Parlamento ha sempre votato contro. Il nuovo provvedimento è stato approvato dal governo di transizione il 22 aprile e trasforma questa pratica in reato. Per saperne di più>>

 
Pagina 3 di 23