Benvenuti sul Portale Irma Archivio notizie

Notizie

Scarica l'app 1522

PDF  Stampa 

Al via la nuova campagna social “Libera puoi”, promossa dal Dipartimento per le Pari opportunità a sostegno delle donne vittime di violenza durante la difficile emergenza causata dall’epidemia da Covid19. L’obiettivo è promuovere il numero 1522, attivo h24, e far conoscere l’app “1522”, disponibile su IOS e Android, che consente alle donne di chattare con le operatrici e chiedere aiuto e informazioni in sicurezza, senza correre il rischio ulteriore di essere ascoltate dai loro aggressori. Sono assicurate le traduzioni in lingua italiana, inglese, francese sempre e in emergenza sono in grado di mettere in contatto velocemente una traduttrice in Spagnolo e Arabo. Se la donna che parla la lingua spagnola non ha urgenza ma vuole confrontarsi con qualcuno che parla la sua lingua trova tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 6 alle ore 10 una traduttrice. Se parla l'arabo tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 22.

 

CHIUSURA UFFICI

PDF  Stampa 

Si comunica che dal 24 marzo fino a data da definirsi la sede di Via Corte d'Appello 16 sarà chiusa

 

#Nonseisola #TorinoTiProtegge

PDF  Stampa 

Per alcune, restare a casa non è un gesto semplice. Se hai bisogno chiama il Numero Nazionale Aantiviolenza gratuito 1522 attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. E' fondamentale fare riferimento in questo periodo al 1522 che è a conoscenza di tutti gli aggiornamenti derivanti dai periodi di variazione orario dei Centri Antiviolenza e degli sportelli ascolto, che restano attivi con accoglienza e supporto telefonico, garantendo l'emergenza e protezione. Scarica la locandina realizzata da Associazione Volonwrite

 

#ADESSO TOCCA A TE!

PDF  Stampa 

In occasione della Giornata Internazionale della Donna, negli edifici comunali come biblioteche civiche, anagrafi e circoscrizioni sono state affisse delle locandine dal titolo: #ADESSO TOCCA A TE. Il progetto grafico è di due studenti dell'istituto Steiner di Torino vincitori di un concorso per una campagna di comunicazione nell'ambito del progetto: “Che genere di comunicazione", coordinato dall’Associazione Lofficina aderente al Coordinamento Contro la Violenza sulle Donne e finanziato dalla Città di Torino. Scarica la locandina>>

 

Rete Nazionale dei Comitati Unici di Garanzia

PDF  Stampa 

L’approvazione della Legge del 19 luglio 2019, n. 69, il cosiddetto “Codice Rosso”, per la tutela delle vittime di violenza domestica e di genere ha introdotto nuovi reati importanti quali il revenge porn (porno vendetta), i matrimoni forzati e le lesioni permanenti al viso; sono state rafforzate le norme riguardanti il reato di violazione dei provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona; è stato previsto un aumento del fondo in favore degli orfani di femminicidio. Per saperne di più>>

 

RIMANDATO!!! Medicina di Genere...perché è fondamentale per la nostra salute

PDF  Stampa 

La Consulta Femminile Comunale di Torino, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, organizza un convegno aperto al pubblico che avrà luogo il 26 marzo alle ore 15.30, presso la Sala Colonne di Palazzo Civico in piazza Palazzo di Città n°1 a Torino. Uguali ma diversi. L’incessante percorso di parità dei diritti deve accompagnarsi al riconoscimento delle differenze biologiche e psicofisiche fra uomo e donna, che rendono necessari percorsi specifici di diagnosi, cura e terapia, adeguate alle rispettive fasi dell’esistenza. Disponibile il comunicato stampa ed il relativo programma della giornata.

 

Punto e a capo

PDF  Stampa 

Il Telefono Rosa Piemonte di Torino organizza gruppi gratuiti dedicati a donne vittime di maltrattamenti, abusi, violenza. I gruppi “Punto e a capo” sono condotti da una psicologa dell’Associazione, esperta in supervisione di gruppi e con una prolungata esperienza con donne vittime di violenza maschile. Tutto il percorso è incentrato sulla relazione e sulla comunicazione interna al gruppo: elementi che permettono di esprimere e di ascoltare parole, pensieri, strategie, confrontando le proprie esperienze con quelle delle altre donne partecipanti e condividendo i vissuti. Per saperne di più>>

 

Un indirizzo fittizio per difendere le donne vittime di violenza

PDF  Stampa 

Le donne vittima di violenza potranno avere un indirizzo "simbolico", che consenta loro di non essere più perseguitate dagli uomini. L'assessorato alle Pari Opportunità della Città di Torino diventa la residenza fittizia per le donne vittime di violenza che hanno bisogno di mantenere segreti i propri dati. È quanto prevede una delibera approvata dalla Giunta comunale per venire incontro alle esigenze di tante donne che hanno bisogno di una residenza anagrafica ma per motivi di sicurezza non vogliono rivelarla. Si chiamerà "Casa Marti", in memoria dell'attivista Marti Gianello Guida recentemente scomparsa, e avrà sede in via Corte d'Appello 16.          Info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Pagina 5 di 23