Benvenuti sul Portale Irma Archivio Rassegna stampa

Archivio Rassegna stampa

Donne e lavoro: Contrasto alla diseguaglianza

PDF  Stampa 

Un Ordine del giorno, proposto della Consulta comunale femminile, è stato lo spunto per trattare il tema delle donne e del lavoro. Molte sono ancora le discriminazioni, gli stereotipi, la disparità di trattamento salariale e il numero ancora basso delle donne che rivestono ruoli apicali nelle aziende. Fonte CittAgorà

 

La Sala Rossa contro il colpo di stato e la repressione in Myanmar

PDF  Stampa 

l Consiglio comunale, con voto unanime, condanna il colpo di stato militare in Myanmar (Birmania) e chiede al governo italiano di attivarsi per il ripristino della legalità democratica e per la liberazione dei prigionieri politici, tra i quali Aung San Su Kyi, cittadina onoraria di Torino dal 2013 ( in foto, la cerimonia a Palazzo Civico otto anni fa). Fonte Cittagorà

 

Tuteliamo i consultori familiari

PDF  Stampa 

Il Consiglio comunale interviene in materia di diritto alla salute della donna nell’ambito delle tutele garantite dalla Legge sull’aborto, la numero 194 del 1978. La Sala Rossa ha approvato un Ordine del giorno – prima firmataria la presidente della Commissione Diritti e Pari Opportunità Cinzia Carlevaris (M5S) – che chiede il ritiro di un atto della Regione Piemonte, la determina 1489 del 2020. La contrarietà all’iniziativa istituzionale della Regione è riferita a un provvedimento che “pone in discussione non solo la laicità dell’attività dei consultori, ma la stessa deontologia del lavoro dell’equipe che segue la donna portatrice di diversi bisogni socio-sanitari come previsto dalla legge istitutiva dei Consultori familiari del 1975. Fonte CittAgorà

 

Promuovere un corretto linguaggio di genere negli istituti scolastici

PDF  Stampa 

Con 25 voti, l'assemblea elettiva di Palazzo Civico ha approvato la proposta di ordine del giorno presentata da Cinzia Carlevaris - con altri consiglieri e consigliere di M5S e PD- che invita l'Ufficio Scolastico Regionale ad attivarsi per il rispetto delle linee guida ministeriali sull'uso del genere nel linguaggio amministrativo. Una comunicazione corretta, sottolinea l'atto, è opportuna “non solo per rispetto dell'indirizzo del MIUR, ma soprattutto come adesione ad un progetto culturale che miri al contrasto delle varie forme di discriminazione”. Inoltre, afferma il documento, “la lingua sia uno dei più importanti sistemi simbolici a nostra disposizione e le Istituzioni hanno da tempo riconosciuto che il linguaggio possa veicolare discriminazioni e stereotipi”. Fonte CittAgorà

 

Michela Quagliano è la nuova consigliera di parità della Città Metropolitana di Torino

PDF  Stampa 

“In tempi difficili come quelli che stiamo vivendo, bisogna partire dalle discriminazioni e dalle diseguaglianze per ricostruire il Paese”. Un tema centrale per Michela Quagliano, avvocato, è la nuova consigliera di parità della Città Metropolitana di Torino. Prende il posto di Gabriella Boeri che è stata la consiglierà di parità per due mandati e sarà affiancata da una consigliera supplente, Elisa Raffone. “Un ruolo importantissimo” commenta il vicesindaco Marco Marocco, che ha le deleghe alle politiche sociali “che trova nella dimensione metropolitana la sua giusta misura e che per questo è sempre stato sostenuto da nostro Ente, che anche su questi temi rivendica la conoscenza capillare del territorio e la capacità di coordinamento delle iniziative”. Fonte Città Metropolitana di Torino

 

Giornata delle donne e delle ragazze nella scienza, ma in Italia pesa il gender gap: nelle Stem si laurea solo il 16,5% delle giovani

PDF  Stampa 

Anche nel nostro Paese si riscontra un gender gap tra i laureati in facoltà Stem (Science, Technology, Engineering and Mathemathics – ovvero Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) e, di conseguenza, tra gli impiegati in questo settore. Secondo l’Osservatorio Talents Venture, nel nostro sistema universitario le donne rappresentano oltre il 55% degli studenti, ma la percentuale di ragazze che scelgono corsi Stem sul totale delle iscritte è il 17%. Per una volta però il nostro Paese è un esempio virtuoso: la percentuale è più alta della media europea (16%) e supera anche Francia (15%) e Spagna (13%). Fonte La Repubblica Torino

 

Un maniaco aggredisce 4 ragazze tentando di violentarne una, arrestato

PDF  Stampa 

È la sera di lunedì 8 febbraio intorno alle 21.15 nei pressi di Piazza Carlo Felice, quando un gruppo di 4 ragazze tra cui alcune minorenni, viene avvicinato dal 28enne che in un primo momento manifesta avances sessuali nei loro confronti, in un secondo si scaglia contro una di esse, una 18 enne afferrandola per un braccio, per i capelli e palpandole il seno nel tentativo di trascinarla via. La vittima è riuscita a divincolarsi dandosi alla fuga insieme alle amiche, ma il maniaco presa dallo zaino una bottiglia, l’ha scagliata contro di loro, colpendo alla schiena la più piccola di 15 anni, provocandole fortunatamente solo una contusione. Intervenuta la pattuglia, gli agenti hanno individuato il maniaco, il quale ha tentato di aggredire le forze dell’ordine, ma è stato bloccato ed arrestato. Fonte TorinoToday

 

Azienda di Asti condannata per discriminazione di genere

PDF  Stampa 

L'azienda aveva ridotto del 60% il premio a un dipendente in congedo di paternità. La Cgil ha vinto in tribunale. Il caso, sottoposto al vaglio del Foro astigiano, era quello di un papà che, avendo usufruito nel  2018 di un periodo di astensione per congedo parentale, si era visto riconoscere un premio di risultato decurtato di oltre il 60%, in quanto l’accordo istitutivo del premio indicava quali ragioni di una riduzione dello stesso le assenze dovute a malattia, infortunio causato da mancato uso dei dispositivi di protezione individuale, aspettativa non retribuita e, dulcis in fundo, maternità e paternità facoltativa. Fonte Torino Repubblica

 

Noi Rete Donne scrive al Presidente Mattarella richiedendo che il nuovo governo sia formato da donne

PDF  Stampa 

"Noi Rete donne, da più di dieci anni impegnata per promuovere la democrazia paritaria, si rivolge a Lei in questo momento in cui il nostro Paese sta affrontando una delle crisi più difficili e critiche dalla nascita della Repubblica, per evidenziare quanto sarebbe importante e coerente con il nostro dettato Costituzionale, e in particolare con gli art. 3 e 51 della Costituzione che la metà del nuovo esecutivo, che ci auguriamo si formi in tempi brevi, sia composto da donne". Fonte NoiDonne

 
Pagina 1 di 18